Movimento creativo per bambini e ragazzi

LABORATORIO DI DANZA E MOVIMENTO CREATIVO

L’idea centrale di questo laboratorio è l’uso del corpo come principale strumento comunicativo che si esprime attraverso il movimento e la danza naturale. Verranno utilizzati elementi di Danza Movimento Terapia seguendo il metodo Maria Fux che non prevede un’interpretazione del movimento ma si basa sulla capacità espressiva e liberatoria della danza. Nel laboratorio si useranno alcuni semplici materiali come fogli di giornale, sedie, teli colorati, elastici, piume. Il lavoro con questi oggetti favorisce la possibilità di ritrovare movimenti nascosti e di riscoprirne il senso, diventando la voce del proprio mondo interiore. In alcune lezioni, inoltre, s’integrerà il movimento alla voce, alla musica, al ritmo, al colore e alla pittura producendo così nuove modalità espressive, dando vita a parole, pensieri, colori, nella fusione di più linguaggi creativi. L’educazione dei bambini alla danza e al movimento verterà sulla valorizzazione delle caratteristiche individuali, rispettando le possibilità di ognuno ed utilizzando eventuali lacune in maniera positiva, come personale modalità di essere ed esprimersi. A conclusione del laboratorio sarà possibile creare un piccolo spettacolo come dimostrazione finale del lavoro. Alla domanda: perché proprio la danza? Si può rispondere in tanti modi: la danza perché si serve del primo linguaggio con cui entriamo in contatto fin dai primi giorni di vita, quello corporeo, perché appartiene da sempre alla cultura di ogni popolo ed è storia dell’evoluzione umana e culturale dell’uomo, perché è un linguaggio diretto e universale, che nasce istintivamente per poi assumere significati e connotazioni diverse e personali. L’educazione alla danza e al movimento stimolano capacità come la memoria, la concentrazione, l’empatia, libera la fantasia, il ritmo, l’espressività, la capacità di osservazione e quella di emozionarsi. Questa intensa esperienza lo è a maggior ragione per i bambini, che ancora liberi dai tabù e dai condizionamenti culturali si espongono alla danza come al gioco, con spontaneità e senza timore. La danza e il movimento avvicinano i bambini ad un’arte in grado di relazionarli in modo sensibile e profondo, portandoli a conoscere, a vivere e ad apprezzare il proprio corpo e quello dell’altro. L’arte del movimento, infatti, non si basa sulla logica di competizione e rivalità che permea la società moderna, ma vuole sviluppare l’atteggiamento e l’amore della creatività. La danza ci fa conoscere la magia di condividere qualcosa che va oltre il gesto e l’immagine, qualcosa che nasce dal cuore e che si trasforma in movimento, in una comune quanto personale creazione. OBIETTIVI: Far vivere ai bambini il piacere del movimento e della danza. La danzaterapia è in primo luogo un’attività fisica e una delle prime sensazioni che dà l’utilizzo del corpo è il puro piacere, che viene incrementato praticando un movimento ritmico e coordinato. Affinare le funzioni psicomotorie. Mentre il bambino ricava una sensazione piacevole dalla propria danza, i particolari movimenti che gli vengono suggeriti dal conduttore potenziano i vari gruppi muscolari e ottimizzano l’uso delle articolazioni. Inoltre si affinano varie capacità come la rapidità del movimento, la sua precisione, la coordinazione visuomotoria e visuospaziale. L’attenzione è rivolta anche all’equilibrio e alla coscienza del tempo, del ritmo e dello spazio, nell’intento di sviluppare una capacità motoria globale. Consolidare l’immagine di sé e lo schema corporeo. Nella pratica della danzaterapia, grazie alle sensazioni cinestesiche che produce, viene arricchito lo schema corporeo, vale a dire le sensazioni che riguardano la postura, così come anche le sensazioni termiche, tattili, dolorifiche. Non possiamo conoscere molto del nostro corpo se non lo muoviamo, con il movimento raggiungiamo un rapporto definito con il mondo esterno e con gli oggetti e questo ci dà la capacità di corrispondere con le svariate impressioni legate al nostro corpo. L’immagine corporea è strettamente legata con lo sviluppo di un’immagine fisica, dove ogni emozione si esprime nel modello di portamento del corpo. Stimolare l’espressione di sé e la creatività attraverso il movimento. La danzaterapia è concepita come forma di gioco, come uno spazio simbolico dove esprimere emozioni e conflitti, dove affermare la propria identità. Servendosi della comunicazione non verbale la danzaterapia permette l’espressione di sé anche nei casi in cui il linguaggio verbale risulta in qualche modo compromesso. Aumentare la fiducia in sé e l’autostima. La danzaterapia e l’arte del movimento contribuiscono ad una maggiore conoscenza e accettazione di sé, al riconoscimento dei propri limiti ma anche delle proprie risorse, alla valorizzazione della persona e delle differenze. Aumentare la tolleranza, la sensibilità, la collaborazione, la conoscenza e il rispetto delle differenze etniche e culturali. Come dice infatti Maria Fux: “siamo tutti simili e diversi”.